Flavio

E se perdo (o mi rubano) il telefonino?

- | 0 commenti

Tutti, ma proprio tutti, ormai viaggiamo con sempre appresso il nostro prezioso, fedele, odiato, adorato, tiranno… cellulare.

A lui affidiamo la lista dei nostri contatti: la aggiorniamo, la curiamo, la espandiamo, la ottimizziamo. E’ molto comodo avere a portata di un tasto o poco più, tanti numeri memorizzati, magari non tutti utilizzati spesso, ma che al momento del bisogno sappiamo come ritrovare in breve tempo.
Per chi i quarantanni li ha abbondantemente superati, ricorderà certamente  i tempi in cui si utilizzava la cara, vecchia rubrica a fogli: quel mitico blocchetto nella quale annotavamo, nomi, indirizzi (sempre utili per inviare una cartolina), recapiti telefonici di casa, di lavoro, di parenti affini e via elencando.
Ma con i moderni telefonini, completi di sistema operativo, memorie sempre più grandi e programmi che ormai fanno concorrenza a quelli installati nel nostro computer, nessuno (a parte gli inconsolabili nostalgici) rimpiange più la vecchia rubrica cartacea: tutti i nostri più preziosi contatti sono sempre con noi, elettronicamente memorizzati nella nostra fedele “appendice”.

E se perdiamo (o ci rubano) il telefonino?

Tragedia. Disperazione. La perdita della lista dei contatti creata in mesi e anni di cura continua, rappresenta certamente il danno maggiore, qualsiasi sia il costo del dispositivo perso.

Come fare?
1. BACKUP eseguito manualmente
Molti dei telefonini sfornati negli ultimi 2 anni hanno la possibilità di collegarsi al proprio computer via cavo o via bluetooth: un sano backup effettuato con cadenza almeno mensile, ci permetterà di ricostruire la preziosa lista.
Gli aspetti negativi di del backup manuale sono almeno due:
1.a) non sempre ci ricordiamo di fare il backup e comunque questa operazione è “costosa” in termini di tempo proprio da spendere per effettuarla;
1.b) la lista rimane comunque aggiornata alla data dell’ultimo backup: meno frequente lo eseguiamo, più contatti “nuovi” perdiamo.

2. BACKUP continuo dei nostri contatti
Questa è la soluzione indispensabile per i professionisti, ma è anche l’ideale per tutti i consumatori.
Ogni volta che si cambia, modifica, aggiunge o si cancella un contatto dal proprio telefonino, via rete cellulare si aggiorna automaticamente anche la lista di backup.
La lista di backup la posso anche visualizzare nel mio computer, dove tra l’altro potrò aggiornarla e modificarla molto più velocemente che usando i tasti(ni) del telefonino.

Nel caso in cui perdessi il possesso del telefono mobile, ricollegandomi con un nuovo cellulare al mio fornitore di questo servizio, posso ricopiare in pochi secondi tutta la rubrica persa e continuare il mio lavoro, la mia attività di “telefonista mobile”, di “sms-ettaro scatenato”, di lettore di “e-mail on the road”, giusto dallo stesso punto in cui l’avevo lasciata prima della dipartita dell’amato…


 

Già, anche di e-mail. Il servizio di backup continuo, o meglio, di sincronizzazione tra le mie caselle di posta elettronica, la mia rubrica e non solo, ma anche la mia agenda (gli appuntamenti si prendono quasi sempre per telefono e scriverli sullo stesso oggetto con cui si comunica è molto immediato oltrechè semplice) era un servizio fino a poco tempo fa disponibile solo per grandi organizzazioni o per professionisti disposti a spendere qualche decina di euro al mese abbonandosi (e vincolandosi) a note aziende fornitrici di telefonia mobile.

Oggi con meno di 8 euro al mese, lo può fare chiunque, senza vincoli di contratti biennali con penale se si vuole cambiare il telefonino prima .

E’ sufficiente una casella “email.it groupware” e un qualsiasi telefonino con sistema operativo Windows Mobile oppure Nokia Symbian, e ora anche Android.

Non sei un tecnologo? Vuoi ricevere un consiglio?
Chiamaci al telefono oppure scrivici ai riferimenti che troverai qui.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.