Flavio

Email.it Light: no Spot – no Stop

- | 2 commenti

Le offerte di caselle di posta elettronica da registrare gratuitamente abbondano nel web. I grandi operatori, i maggiori portali, offrono tutti la possibilità di registrare una nuova casella di posta. Perchè? Perchè gli utilizzatori di caselle permettono di far crescere notevolmente il traffico effettuato dal portale, specie se questi accedono ai propri messaggi direttamente da webmail. Per la maggioranza dei portali, la gestione del servizio di posta elettronica non rientra tra le competenze primarie maturate all’interno. In genere, il registrato ad uno di questi servizi gratuiti scopre molto presto che le richieste di assistenza  da lui inviate, sono considerate dal portale più un costo, un fastidio da gestire, che non un’opportunità di crescita.
Email.it, che di mestiere ha scelto di dedicarsi proprio all’offerta di servizi di posta elettronica, pone invece la massima attenzione ad ogni richiesta che gli viene indirizzata dai propri registrati al servizio free.
Ed è proprio grazie a voi, alle vostre osservazioni e ai vostri suggerimenti, che ci avete convinto a rilasciare il servizio di posta Email.it Light, servizio che in meno di una settimana dall’introduzione, sta veramente “spopolando” in termini di sottoscrizioni. Grazie.

La casella no Spot, no Stop

La casella no Spot, no Stop

Ma cos’è Email.it Light, cosa ha di tanto speciale da raccogliere cotanta entusiastica adesione?
Per capirlo occorre innanzitutto definire a chi si rivolge Email.it Light.
In genere, chi registra una casella di posta gratuita lo fa principalmente per :
1) ottenere una casella secondaria per corrispondere con gli iscritti ad un servizio di social network, ad una comunità, a servizi di bolletin board o anche semplicemente per ricevere newletter;
2) ottenere una casella secondaria utile come recapito per l’iscrizione a servizi ludici (giochi on-line) o comunque a servizi non attinenti al proprio lavoro;
3) disporre di una casella personale per lo scambio di corrispondenza privata;
4) disporre di una casella primaria da utilizzare per la propria attività lavorativa.


 

Per le prime due categorie di utilizzatori è più che sufficiente una (affidabile) casella di posta gratuita .
Per le rimanenti due Email.it Light diventa oggi la soluzione: l’isola che non c’era.
Ogni servizio di posta gratuito, viene offerto come tale a fronte di una contropartita. L’utente normalmente crede che questa contropartita sia solo costituita dal “fastidio” di ricevere o essere veicolo di pubblicità.
In realtà il primo “problema” di una casella di posta gratuita sta nella sua natura, ovvero nella totale mancanza di garanzie e di tutela dell’utilizzatore.
Nessuna garanzia di funzionamento, di continuità, di non cessazione unilaterale del servizio.
Chi ha una casella free e la usa per scambiare corrispondenza privata o di lavoro, ogni giorno rischia: non ha alcuna garanzia che la sua casella rimanga attiva e che il suo indirizzo di posta elettronica tra un mese o due sia ancora attivo e validamente funzionante.
Oltre a questo, le caselle di posta gratuite sono facilmente riconoscibili dai destinatari in quanto in genere contengono al loro piede, messaggi promozionali aggiunti dal gestore della casella free.
Trattare per lavoro affari importanti con caselle palesemente gratuite, non induce una buona impressione in chi riceverà i nostri messaggi.
Email.it Light risolve tutto con un semplice abbonamento annuale che costa meno di un euro al mese (con lo sconto ECR addirittura solo 80 centesimi al mese, Iva inclusa!).
Grazie a questo abbonamento, veramente light…, chi non necessita di un servizio professionale ricco e completo come Email.it Pro, può comunque ottenere tutte le garanzie che offriamo ai nostri clienti,  con un canone veramente alla portata di tutti.
In più potrà accedere al servizio di assistenza telefonica di Email.it, servizio serio e competente perchè fornito direttamente dagli stessi tecnici che si occupano della realizzazione dei servizi di Email.it

Grazie ancora a tutti voi e continuate a scriverci!
Potete farlo anche da questa pagina.

Flavio

2 commenti

  1. Sono d’accordo con te Flavio. Ottima idea Email.it Light :-)…. Grazie Email.it

  2. ma perché non fate una fan page di email.it su Facebook? Sono sicuro troverete un sacco di fan, me per primo. Grazie per il vostro servizio.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.