Flavio

Neopatentati: dal 9/2/2011 in vigore i nuovi limiti di potenza auto

- | 1 commento

Coloro che conseguiranno la patente di guida per autoveicoli (Patente B) dopo il 9 febbraio 2011, non potranno guidare veicoli con potenza relativa superiore a 55 kiloWatt per tonnellata di peso del mezzo. E comunque non potranno guidare nemmeno veicoli di potenza massima superiore a 70 kiloWatt, a prescindere dal peso del mezzo.

Ad esempio, l’Alfa Romeo MiTo 1.4 78CV rientra nei limiti, in quanto ha una potenza in kiloWatt pari a 58 che divisa per un peso di 1,08 tonnellate ha un rapporto kW/t = 53,7 quindi inferiore ai 55 kW/t indicati dal CdS.

Questa limitazione vale per i primi 12 mesi a partire dal giorno di conseguimento della patente, se successivo al 9 febbraio 2011.

Tuttavia, per i soggetti che, avendo fatto uso o commercio di stupefacenti si sono visti revocare la patente, il divieto vale per i primi tre anni dal rilascio della nuova patente di guida. Le limitazioni non valgono per i veicoli al servizio d’invalidi, a patto che il soggetto invalido sia presente sul veicolo.

Il legislatore ha precisato che tutte le limitazioni, sia di guida che di velocità, valgono dalla data di superamento dell’esame: chi violerà tali limitazioni sarà soggetto a una sanzione che prevede una multa di 148 euro, accompagnata dalla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da due ad otto mesi. 

Da non dimenticare inoltre, quanto il nuovo articolo 117 del Codice della strada già stabilisce per i primi tre anni dal conseguimento della patente di categoria B: non è consentito il superamento della velocità di 100 km/h per le autostrade e di 90 km/h per le strade extraurbane principali.

Consigliamo di visitare il Portale dell’Automobilista (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) per le ultime news e per conoscere i punti “rimasti” sulla propria patente:

Il testo integrale dell’art. 117 comma 2  e 2bis, del nuovo Codice della Strada è il seguente:

Art. 117. Limitazioni nella guida

1. omissis

2. Per i primi tre anni dal conseguimento della patente di categoria B non e’ consentito il superamento della velocità di 100 km/h per le autostrade e di 90 km/h per le strade extraurbane principali.

2-bis. Ai titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio non e’ consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1 (veicoli per il trasporto di persone fino ad un massimo di 8 – ndr), ai fini di cui al precedente periodo si applica un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW. Le limitazioni di cui al presente comma non si applicano ai veicoli adibiti al servizio di persone invalide, autorizzate ai sensi dell’articolo 188, purche’ la persona invalida sia presente sul veicolo. Fatto salvo quanto previsto dall’articolo 120 del presente codice, alle persone destinatarie del divieto di cui all’articolo 75, comma 1, lettera a), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, il divieto di cui al presente comma ha effetto per i primi tre anni dal rilascio della patente di guida.

Un commento

  1. Volevo sapere, nel caso di autovetture a gas, se il peso del serbatoio gpl, si aggiunge allatara dell,autovettura?
    Grazieo

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.