Flavio

POP3, IMAP o Webmail?

- | 11 commenti

Come gestire nel migliore dei modi le nostre caselle di posta elettronica?
Dipende dall’uso che ne dobbiamo fare, da quante caselle abbiamo e da quante postazioni accediamo.
Vediamo i vari casi:
1. utilizzo una sola casella, principalmente per scopi professionali e accedo sempre da un solo computer.
2. utilizzo due o più caselle, per scopi professionali e/o vari e accedo sempre da un computer.
3. utilizzo una o più caselle per motivi professionali e accedo da diverse postazioni.
4. utilizzo una o pù caselle per motivi ludici e accedo da una o da diverse postazioni.

Nei primi due casi, l’accesso via POP3 standard è quello che mi garantisce la maggiore sicurezza, oltre che un’ottima velocità di lettura/scrittura dei miei messaggi.

Esempio di configurazione POP3 per Windows Mail

Esempio di configurazione POP3 per Windows Mail

La configurazione del proprio programma di posta preferito è semplice e si può fare in meno di cinque minuti seguendo le guide qui riportate.
L’accesso tramite POP3 standard mi permette di collegarmi ai server che gestiscono la mia posta e di scaricare localmente tutti i nuovi messaggi appena pervenuti. In tal modo, nei server dei miei fornitori di posta elettronica, non rimane copia delle mie comunicazioni e se qualcuno volesse “curiosare” tra i miei messaggi, non può farlo se non accedendo fisicamente al mio computer. Può sembrare banale, ma così non è: i messaggi che rimangono attivi nei server dei provider di posta risultano sempre leggibili 24h su 24 da una qualunque postazione internet nel mondo. Certamente sono protetti dalla mia password, ma essendo questi messaggi sempre raggiungibili via internet, in qualsiasi orario, se un nostro concorrente, conoscente o semplicemente una persona curiosa dei nostri messaggi volesse accedervi, può sempre tentare di farlo. Se invece la nostra posta è salvata nel nostro computer, quando questo è spento o comunque scollegato da internet, nessuno dall’esterno può accedervi.
Per tutelarci in caso di furto del computer è sufficiente prevedere una sincronizzazione automatica della posta su un supporto esterno (un ottimo programma lo potete trovare qui) e impostare una password sicura di almeno 8 caratteri, comprendente un mix di caratteri maiuscoli, minuscoli e  numeri con password da richiedere ad ogni apertura del programma di posta (in tal modo si può utilizzare anche in computer condivisi con altre persone).

L’accesso POP3 è anche molto utile nel caso di cambio della propria casella di posta. Se prima utilizzavo una casella e successivamente ho registrato una nuova casella da rendere quella mia principale, configurando ambedue le caselle via POP3 potrò automaticamente leggere in “Posta in Arrivo” tutti i messaggi indirizzati alle mie due caselle. Nel rispondere, utilizzerò come indirizzo mittente quello della casella predefinita (quella nuova) e in tal modo le risposte dei miei corrispondenti giungeranno direttamente al nuovo indirizzo.


Nei casi 3 e 4, ovvero quando accedo alla posta da differenti postazioni, diventa consigliabile utilizzare:
a) l’accesso webmail, se ho una sola casella;
b) l’accesso IMAP4, se desidero consultare 2 o più caselle.
Chiaramente con l’accesso webmail sono meno tutelato sull’accesso ai miei messaggi per i motivi suddetti. Ma se utilizzo la casella di posta giusto per corrispondere con conoscenti e non prevalentemente per lavoro, l’accesso webmail è sicuramente più immediato e semplice da gestire. La possibilità comunque di avere caselle di posta accessibili anche via server Imap, mi permette comunque di avere una soluzione di accesso alla mia posta nel caso in cui si presentassero intoppi nell’accesso webmail. Infatti sia l’accesso da webmail che da server Imap mi permettono sempre di mantenere copia dei messaggi nei server e di visualizzare contemporaneamente tutte le eventuali sotto cartelle create.

Accesso Imap a caselle multiple

Accesso Imap a caselle multiple

L’accesso via Imap diventa invece indispensabile per la gestione di caselle condivise (ad esempio la casella “info” dell’azienda) e per la gestione semplificata di più caselle di posta contemporanea.
Se ho più caselle configurate via Imap esse si presenteranno tutte nella colonna di sinistra del mio programma di posta. Cliccando su “Posta in arrivo di una casella, il programma visualizzerà tutti i nuovi e vecchi messaggi contenuti in tale cartella. Potrò effettuare selezioni multiple di messaggi tenendo premuto il pulsante “CTRL” e cliccando su quelli da scegliere per poi trasferirli in copia su cartelle locali (per farne un backup) oppure per trasferirli direttamente ad una delle altre caselle che ho configurato. Questa funzione è molto comoda per trasferire o copiare tutti i messaggi da una cartella di una casella ad un’altra (ad esempio nel caso in cui decida di dismettere una vecchia casella). Per farlo, una volta selezionati i messaggi desiderati, cliccate con il pulsante destro su uno dei messaggi evidenziati. Si aprirà un menù contestuale con le opzioni di copia, sposta o elimina che agirà direttamente su tutti i messaggi scelti.

Importa/Esporta configurazione di Windows Mail e Outlook Express

Importa/Esporta configurazione di Windows Mail e Outlook Express

La configurazione Imap si esegue una sola volta. Se avete più computer, utilizzate la funzione “Esporta” della configurazione effettuata su uno di essi, per poi importarla negli altri computer. In Windows Mail e in Outlook Express troverete questa funzione aprendo il menù “Strumenti” -> “Account…” e selezionando la casella da esportare, premete il pulsante “Esporta…”

Sincronizza solo intestazioni per velocizzare l'accesso IMAP

Sincronizza solo intestazioni per velocizzare l'accesso IMAP

Per velocizzare l’accesso Imap un utile consiglio è quello di impostare la sincronizzazione dei messaggi con il server nella modalità di sola lettura delle intestazioni. Per farlo, cliccate direttamente sul nome della casella posta nella colonna di sinistra (vedasi l’immagine precedente “Accesso Imap a caselle multiple”). Si aprirà una finestra con tutte le cartelle presenti e con l’indicazione della modalità di sincronizzazione (quella predefinita è “scarica tutti i messaggi”). Se è la prima volta che accedete via Imap e avete molti messaggi nella casella, lo scaricamento di tutte le mail può durare molti minuti, se non ore. Predisponendo invece la sincronizzazione delle sole intestazioni, i messaggi verranno scaricati solo quando effettuerete un doppio click sul messaggio che desiderate leggere. Il consiglio è di sincronizzare solo la cartella “Posta in Arrivo”, mentre per tutte le altre è conveniente spuntare “Non sincronizzare”. Vedrete la lista dei messaggi contenuti nelle altre cartelle semplicemente cliccando sul nome della cartella stessa (es.: “Posta inviata”).

Se desiderate ricevere un consiglio personalizzato sui metodi di accesso preferibile per la vostra attività, scriveteci direttamente da questa pagina, risponderemo a tutti, come sempre.
Buone mail !

11 commenti

  1. Carissimi tutti,vorrei un’aiuto,non riesco a spedire la mail.la configurazione e smtp.email.it la posta la ricevo ma nn riesco a spedirla come posso fare?

  2. Impossibile connettersi al server. Account: ‘popmail.email.it’, Server: ‘smtp.email.it’, Protocollo: SMTP, Porta: 25, Protezione (SSL): No, Errore socket: 10061, Numero di errore: 0x800CCC0E
    e mooo?

  3. Perché all’interno della mia casella free di email.it c’è una scadenza? E anche piuttosto vicina, dato che uso la mail tutti i giorni, non ho mai lasciato la mail per due mesi ferma, ho sempre visionato il tutto. Non capisco, sembra quasi che si voglia far prendere una mail pro!!!

  4. Rispondete anche sulla mail, va bene uguale, purchè io sappia qualcosa…

  5. How to do the same thing for gmail & hotmail. save those mails as files after POP3 access.

  6. flavio

    Le richieste personali di supporto non possono essere esaudite nella sezione “commenti” di questo blog, per evidenti motivi. Come riportato negli articoli (in genere al fondo), vi invitiamo a scriverci direttamente utilizzando l’apposita pagina per le richieste di aiuto.
    Che qui riportiamo.

    http://assistenza.email.it/contatti.php

  7. Cito una rivista:
    “Il POP3 chiamato anche server di posta in entrata è un servizio lato web, attraverso il quale è possibile ricevere le email all’interno della propria casella di posta elettronica.”

    Fonte: http://www.guidaacquisti.net/servizi-web/pop3.html

  8. Solo una precisazione alla rivista citata da Angelo, il POP3 *non* è un servizio web.

  9. ho fatto un casino .. praticamente ho formattato un pc di un collega e ho riconfigurato una casella di posta condivisa che era configurata anche su altri PC …
    l’ho creata con POP3 ed ora gli ha scaricato tutti i messaggi su questo PC cancellandoli però dal server…
    c’è un modo per rimetterli sul server, in modo che anche dalle altre postazioni siano visibili nuovamente sti messaggi come prima?
    grazie

  10. ho risolto questo problema … esportandoli e reimportandoli dal pc che gestiva quell’account … ora devo comunque risincronizzare l’account anche sul pc formattato .. come si fa? sempre con POOP o con IMAP, e con quali parametri?

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.